Patentino-per-proprietari-cani-MissioneVeterinario-ECM-MedicalEvidence

Il Patentino per proprietari di cani

L’importanza di un percorso formativo per i proprietari di cani

Un corso e un patentino per imparare la corretta gestione del proprio cane.

Che si tratti di un cucciolo o di un adulto, adottare un cane significa anche insegnargli come comportarsi correttamente in situazioni ed ambienti differenti.

Sono queste le ragioni che hanno spinto le Istituzioni a promuovere un corso per i proprietari di cani.

Lo stile di vita delle persone e il rapporto uomo-cane negli ultimi decenni si è modificato in maniera radicale.

Il cane, da strumento di lavoro quale era nella società rurale, è diventato un animale da affezione. Talvolta un vero e proprio partner con il quale condividere la vita di tutti i giorni.

Al nostro animale oggi chiediamo di sapersi adattare alle situazioni sociali più disparate e di comportarsi in modo adeguato a tali contesti. È necessario pertanto saperlo educare correttamente, rispettando i suoi bisogni etologici, ma rispettando anche le altre persone.

In una società sempre più urbanizzata, il cane non è soltanto un compagno meraviglioso, ma rappresenta anche un insieme di obblighi che l’uomo deve assumersi. Un proprietario informato e un cane educato realizzano, in genere, una convivenza più serena e soddisfacente.

Un corretto rapporto uomo-cane

Il raggiungimento di una convivenza uomo-cane pacifica e soddisfacente è condizionata sostanzialmente dalla qualità di rapporto che il proprietario instaura con il proprio animale. Indubbiamente, uomo e cane in molti aspetti si assomigliano. Sono entrambi animali sociali, cioè vivono in branco, necessitano della vita di branco e soffrono la solitudine e l’isolamento.

Per avere un buon rapporto con un cane è necessario trasmettergli la felicità che deriva dallo stare con lui mantenendo estrema coerenza nella comunicazione; i cani sono fatti per vivere in branco, il più possibile vicino ai loro compagni, amano la vicinanza e il contatto fisico.

Tenere il proprio cane vicino a sé non significa viziarlo bensì, dividere la vita con lui, stabilendo delle regole chiare e precise.

Per prevenire ed evitare quei problemi di convivenza che possono provocare incomprensioni e frustrazione o addirittura pericolo, è necessario da parte del proprietario il buon senso e un minimo di conoscenze, soprattutto se si è alla prima esperienza con un cane.

È necessario inoltre affinare la comprensione del linguaggio del nostro cane. Bisogna saper riconoscere in tempo quei segnali che indicano disagio, malessere, paura, eccessiva territorialità o istinto predatorio.

Segnali che possono portare a problemi o addirittura sfociare, in casi estremi, in episodi di aggressività preceduti da campanelli di allarme che non sono stati compresi dall’uomo o sono stati mal interpretati e che, invece è necessario riconoscere e comprendere.

Cos’è il Patentino per proprietari di cani?

La prima edizione del materiale formativo risale al lontano 2009. Con un’innovativa Ordinanza seguita da un Decreto Ministeriale venivano istituiti i percorsi facoltativi per i proprietari di cani. Pubblicata il 23 marzo 2009, “l’Ordinanza contingibile e urgente concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani”, individua nel proprietario il solo responsabile per il benessere, il controllo e la conduzione dell’animale.

Nell’Ordinanza viene specificato che il proprietario è tenuto a rispondere, sia civilmente che penalmente, di danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso. Questo vale anche per chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà.

Per favorire la formazione e l’acquisizione di adeguate cognizioni sulla corretta detenzione di un cane e ai fini della prevenzione di danni o lesioni ad altri, i Comuni, congiuntamente con i Servizi Veterinari, avvalendosi anche degli Ordini professionali dei Medici Veterinari, delle Associazioni di Medici Veterinari, delle Facoltà di Medicina Veterinaria e delle Associazioni di Protezione degli Animali, sono chiamati ad istituire percorsi formativi per i proprietari di cani con rilascio di una specifica attestazione, definita  patentino.

Il Patentino per proprietari di cani è quindi un percorso formativo destinato ai proprietari di cani che ha l’obiettivo di fornire informazioni chiare e facilmente fruibili da un vasto pubblico, dando risposte esaustive alle domande e ai problemi che più frequentemente provengono dai proprietari di questi animali d’affezione.

Obiettivo generale del corso è quello di favorire un corretto sviluppo della relazione tra il cane e il proprietario al fine di consentire l’adeguata integrazione dell’animale nel contesto sociale. Sono fruitori del corso di formazione a partecipazione volontaria tutti i cittadini proprietari e detentori di cani o che intendano divenirlo.

Sono invece fruitori obbligati i proprietari o detentori dei cani che richiedono una valutazione comportamentale e individuati come impegnativi dai Servizi Veterinari identificati a livello territoriale sulla base delle informazioni reperite dall’anagrafe canina regionale.

Il patentino e il percorso formativo

Il percorso formativo di base ha una durata complessiva di dieci ore.  È suddiviso in cinque sessioni didattiche di due ore ciascuna e prevede la trattazione dei seguenti argomenti:

  1. l’etologia canina;
  2. lo sviluppo comportamentale in relazione alle diverse fasi della vita (da cucciolo a cane anziano);
  3. il benessere del cane: bisogni fondamentali e principali cause di sofferenza;
  4. la comunicazione intraspecifica ed extraspecifica. Comunicazione olfattiva, acustica e visiva;
  5. la relazione uomo – cane: errori di comunicazione;
  6. come prevenire l’aggressività e i problemi di comportamento;
  7. normativa vigente in materia di tutela del benessere degli animali d’affezione: obblighi e responsabilità del proprietario.

La fase teorica può essere integrata da dimostrazioni pratiche. L’obiettivo che si intende perseguire attraverso questo programma di formazione è offrire informazioni corrette e fruibili che aiutino i proprietari a diventare competenti e responsabili. L’istituzione del patentino per i proprietari e detentori di cani è un passo in avanti nel panorama legislativo nazionale.

Il percorso formativo di base ha una durata complessiva di dieci ore. L’obiettivo di questo programma di formazione è offrire informazioni corrette che aiutino i proprietari a diventare competenti e responsabili | #ECM #Veterinari Condividi il Tweet

Il ruolo del veterinario

I Medici Veterinari, con le loro competenze e professionalità, hanno il compito di diffondere in modo efficace le conoscenze scientifiche per prevenire e curare i problemi comportamentali.

Con la stesura del testo del Patentino e la preparazione del corso, tutta la professione veterinaria, pubblica e privata, collaborando con il Ministero, ha voluto dimostrare ulteriormente il proprio impegno, nell’azione di tutela della salute pubblica e del benessere degli animali.

I docenti di questi percorsi sono Veterinari esperti in comportamento animale o Veterinari appositamente formati.

I Medici Veterinari, per poter essere definiti esperti in comportamento animale, devono essere in possesso dei requisiti previsti nelle linee guida emanate dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici veterinari italiani (FNOVI). Inoltre è ritenuto valido ai fini della suddetta definizione il possesso del diploma europeo di specialista in medicina comportamentale.

I Requisiti indispensabili per essere Medici Veterinari esperti in comportamento animale sono: la Laurea in Medicina Veterinaria e iscrizione all’Ordine, l’esercizio della professione da almeno tre anni e la formazione post Laurea presso Scuole di Specializzazione Universitarie e Master Universitari accreditati dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici veterinari italiani.

I Medici Veterinari esperti in comportamento animale saranno anche il riferimento per effettuare le valutazioni comportamentale dei cani impegnativi per la loro corretta gestione.


Sei un Medico Veterinario?
Iscriviti subito al Percorso Formativo Missione Veterinario per avere 36 crediti ECM

Articolo tratto dalla lezione del Percorso Formativo Missione Veterinario della Prof.ssa Clara Palestrini: “Il significato del “patentino” e il ruolo del veterinario per i proprietari detentori di cani pericolosi”


CONTATTACI SUBITO per avere la versione integrale della lezione del Percorso Formativo Missione Veterinario “Il significato del patentino e il ruolo del veterinario per i proprietari detentori di “cani pericolosi”” della Dr.ssa Clara Palestrini


Messaggio inviato (torna indietro)

Nome: Francesca

Cognome: Libardo

Professione: Veterinario

Email: francescalibardo@yahoo.it

Messaggio: Buongiorno, vorrei avere delle informazioni su come iscrivermi al corso del patentino, grazie

Consenso Trattamento Dati - NON verranno ceduti a terzi: Acconsento al trattamento dati per ricevere il materiale richiesto